Questo sito usa alcuni tipi di cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo

“Le idee racchiuse in se stesse s’inaridiscono e si spengono. Solo se circolano e si mescolano, vivono, fanno vivere, si alimentano le une con le altre e contribuiscono alla vita comune, cioè alla cultura.”

Gustavo Zagrebelsky

Chi siamo

art.ur é un'associazione no profit.
É un collettivo di architetti, artisti, creativi, curatori, project manager che danno vita a progetti espositivi e culturali, innovativi per il territorio.
Nasce a Cuneo nel 2002 dall'esperienza sviluppatasi con l'ideazione del festival internazionale di arte contemporanea ZOOart.
Dal 2008 amplia il suo raggio di azione occupandosi di progetti interdisciplinari, tra l'arte contemporanea, il design, l'architettura, il graphic design e la comunicazione, creando strategie per la valorizzazione dei luoghi.
I progetti di art.ur sono caratterizzati dal comune denominatore della diffusione della cultura contemporanea in ambito sociale allargato, della valorizzazione dell'azione creativa all'interno dello spazio urbano, a grande ricaduta, e del sostegno alla formazione e alla promozione di giovani artisti, architetti e designer.

Perché il nome art.ur

art.ur sta per ARTe URbana e testimonia l'impegno verso lo sviluppo di progetti artistici di contaminazione dello spazio pubblico, guidati dalla volontà di valorizzare i luoghi attraverso l’azione creativa.
Quando abbiamo iniziato il nostro percorso, la nostra città, Cuneo, era priva di spazi per fare cultura, per questo la nostra storia nasce da una carenza, che negli anni abbiamo fatto crescere come una risorsa.

Come lavoriamo

Da anni la nostra missione è puntare alla trasformazione e alla valorizzazione di luoghi e contenitori di natura diversa, attraverso interventi artistici, creativi e interdisciplinari.
Siamo abituati a lavorare in rete e a stimolare processi di progettazione partecipata che si sviluppino dal basso e che coinvolgano gli abitanti e gli attori del territorio in un processo di co-creazione.
Siamo convinti che l’arte contemporanea, con la sua ricerca e la sua processualità, sia nodale; ingrediente base per l’attivazione della sfera pubblica e per la condivisione del bene comune.
Offriamo da anni alle pubbliche amministrazioni e ai soggetti privati, la nostra esperienza per l’ideazione, progettazione e gestione di eventi culturali e ci occupiamo di tutto ciò che riguarda il fundraising.
Continueremo a costruire e a gestire strategie in cui la cultura e la rete siano volano per la creazione del valore sul territorio.

AMALGAMARE E SCOPRIRE
Attraverso i nostri progetti sperimentiamo combinazioni e dinamiche condivise tra artisti, designer, progettisti e professionisti di diverse discipline in sinergia con i contenitori e le persone che li vivono. Si stimolano così le connessioni in cui si alimenta la creatività per scoprire, studiare e immaginare nuove visioni per i diversi luoghi.

VALORIZZARE E INNOVARE
Osserviamo il territorio come insieme di luoghi, persone, attività e cultura.
Abbiamo la volontà di valorizzarlo grazie al processo creativo, che ne sa indagare l'identità, che lo sa incuriosire e sollecitare con interrogativi e processi che innescano dinamismo e innovazione.

SPERIMENTARE E CONNETTERE
Crediamo che la cultura viva di connessioni e sperimentiamo nuovi modelli di compartecipazione, co-creazione, interdisciplinarità, osservando con sguardo aperto ciò che è impossibile vedere da un solo punto di vista.

CONDIVIDERE E COMUNICARE
L'audience development nel contesto culturale passa attraverso l’uso di un linguaggio condiviso. La partecipazione della comunità al processo é fondamentale per poterlo comprendere e attivare.

art.ur team

Michela Giuggia

Michela è architetto e dopo anni spesi nella costruzione di progetti per gli spazi è passata alla costruzione di progetti per la cultura. L’arte contemporanea è la sua passione. E’ esperta nell’ideazione di strategie e progetti artistici partecipati che favoriscano dinamiche creative contaminanti. L’innovazione dei luoghi attraverso la cultura è la sua ambizione. Oltre ad essere fondatrice e presidente di art.ur é ideatrice e direttore artistico dei suoi progetti.

Cristiana Taricco

Cristiana dopo la laurea in economia lavora dal 2001 nell’ambito di progetti europei, sempre volti all’innovazione in ambito sociale, economico, ambientale. Esperta in fundraising, coordinamento, disseminazione, dal 2007 dopo una seconda laurea in architettura applica le sue conoscenze all’ambito culturale. I suoi progetti nascono da curiosità, sguardo aperto, ricerca e approfondimento. Dal 2010 collabora con Art.ur nella progettazione strategica e nel fundraising.

Michela Sacchetto

Michela è storica dell'arte e curatrice indipendente, è dottoranda in teoria e storia dell’arte presso l’Università UCL di Louvain-la-neuve in Belgio. Considera la ricerca e la curatela come due forme specifiche di trasmissione della conoscenza e della pratica artistica. Le piace pensare che il suo lavoro è quello di sperimentare varie forme di “relais”, che nel gergo francese dell’arrampicata significa “punto o zona di passaggio”. Per Art.ur ha curato i festival ZOOart, ZOOlive e ZOOincittà ed è stata la curatrice di Market zone.

Manuela Galliano

Manuela è esperta di letterature moderne e storia dell’arte, attualmente è registrar e responsabile dell’archivio della Collezione La Gaia di Busca. Da anni all’attività conservativa e di catalogazione affianca il dinamismo e la concitazione dell’ideazione e della realizzazione di progetti culturali di cui cura la segreteria organizzativa. Fil rouge della sua esperienza professionale è una stretta correlazione tra dimensione internazionale e radicamento sul territorio dell’espressione artistica contemporanea. Per Art.ur ha seguito la segreteria organizzativa di ZOOart, ZOOlive, ZOOincittà e LocalArt.

Francesca Cavallera

Francesca si laurea nel 2014 in Scienze Internazionali e da due anni è junior project manager nell’ambito di progetti europei. Da sempre attenta al campo no-profit, si interessa di fundraising e progettazione. Crede che lo sviluppo sociale e personale possa essere dettato solamente alimentando la curiosità e l'apertura mentale, che reputa caratteristiche madri alla base della crescita culturale. Dal 2016 collabora con Art.ur e si occupa della segreteria organizzativa.

Lucia Polano

responsabile laboratori didattici

Paolo Sasia

responsabile allestimenti

Stefano Venezia

vicepresidente e responsabile del progetto Albume

La rete con cui operiamo a livello nazionale ed internazionale

  • ISITITUZIONI, tra cui: Unione Europea, Alcotra, Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Città di Cuneo, Città di Saluzzo, Camera di Commercio Cuneo, Ville di Nice.
  • FONDAZIONE BANCARIE, tra cui: Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Fondazione CRC
  • UNIVERSITÀ E ISTITUTI SUPERIORI, tra cui: Politecnico di Torino, Accademia Albertina, Ied Torino, Università degli Studi di Scienze gastronomiche, Disafa,Villa Arson Nice.
  • PARTNER CULTURALI, tra cui: Botox, Del’Art, FAI, GAI, Fondazione NutoRevelli, PAV, Slow food.
  • ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, tra cui: Coldiretti, Confcommercio, Ordine degli Architetti.
  • COMITATI DI CITTADINI, tra cui: comitati di quartiere e di commercianti.
  • AZIENDE PRIVATE, tra cui: tra cui Assotec, Baladincafè, Berardo, Castelmar, Cirifer, Cuneo Edile, Degiovanni F.lli, FerreroLegno, Fuoritempo, Market Compensati, Nuovarekord, TPL, OML, Oxley, Rota e Visca, Solaneon.

I nostri progetti

ZOOart

Il contenitore di arti visive ZOOart nasce nel 2002 a Cuneo nello spazio dell’ex giardino zoologico, con l’obiettivo di vivacizzare la vita culturale del territorio. Un format espositivo di lavori artistici nello spazio cittadino che si pone tra il festival e l’esposizione di arte contemporanea nello spazio pubblico.

Negli anni sono stati selezionati ed invitati a creare un’opera site specific circa 600 giovani artisti provenienti da ogni parte del mondo. Questi sono stati supportati nel loro lavoro che ha creato una connessione diretta con le decine di migliaia di visitatori che ZOOart ha ospitato ogni anno.

Il percorso ha portato la città a riconoscere l’importanza di interventi di arte contemporanea che, riappropriatisi della propria dimensione democratica nello spazio pubblico, divengono mezzo per sorprendere e per far riflettere.

Dal 2010 ZOOart ha iniziato a contaminare sempre più la città lasciando spazio alla creatività tra le vie e le piazze del centro storico di Cuneo grazie al progetto ZOOincittà. In 6 anni si sono presentati più percorsi espositivi che hanno stimolato e fatto sorridere i cittadini con decine di opere, a volte provocatorie, a volte più riflessive.

ZOOart nel 2016 si rimodula e presenta il progetto A.R.C.A. (Arte Ricerca Comunità Abitare) che si pone, ancora una volta, in un’ottica cross disciplinare tra l’arte, il design e l’architettura e che svolgerà nelle città di Alba, Cuneo e Saluzzo. Il progetto intende partire dall’archetipo dell’“arca” per attraversare il territorio della provincia facendosi portatore di un contenuto artistico e di un fare collettivo con gli abitanti delle città coinvolte in una riflessione sui modi dell’abitare lo spazio pubblico e privato.

Negli anni il contenitore ZOOart si è modulato in differenti attività e dalla semplice esposizione artistica si è declinato in una piattaforma di confronto virtuale come NONZOO, in workshop e conferenze con ZOOARTLAB, in laboratori per i bambini con il progetto ZOObimbi e in sostegno delle arti performative con ZOOlive.
www.zooart.it

Art.ur dà spazio alle idee: momenti di confronto e di discussione

 

U’RE CULT, produzione è cultura

Per Hangar Piemonte, Art.ur ha curato una giornata di lavoro con Paolo Verri e gli stakeholder del territorio cuneese.

U’RE-CULT è stato un vero e proprio laboratorio strategico di sviluppo in cui la cultura e la produzione si sono incontrate per conoscersi e iniziare a discutere di nuove strategie.

Workshop IDEE IN CANTIERE

Dalla rete degli attori del centro storico di Cuneo è nata la volontà di portare avanti un lavoro di progettazione partecipata che ha offerto nuove visioni originali e sapienti per il disegno della città e del suo centro.
Con l’Ordine degli Architetti e con tutor di fama ha preso il via il Workshop per la città che si trasforma, che si è proposto di identificare nuove prospettive progettuali e di presentarle ai cittadini, in un esposizione pubblica, perché ne potessero condividere la visione futura.

Albume

Si tratta di un progetto di arte conviviale ideato da Stefano Venezia ed Emma Barale, costellato da opere in situ prodotte dall’incontro tra gli artisti e i nuclei familiari. Comporta una serie di residenze per artisti

emergenti internazionali nelle case degli abitanti del centro storico di Cuneo, coinvolti nel processo di produzione di un percorso espositivo che mette in valore l’abitare intimo e privato.

Dopo il successo del 2015, nella prossima edizione ALBUME prenderà forma in 5 abitazioni del centro storico cuneese.

www.facebook.com/ALBUMEart

Mostra Nazionale Artigianato Saluzzo

Nel 2015 la Fondazione Amleto Bertoni e la Città di Saluzzo hanno chiesto ad Art.ur di curare una nuova edizione della nota Mostra Nazionale dell’Artigianato di Saluzzo. Attraverso la videoarte, il design, i laboratori ed il coinvolgimento di una comunità si è deciso di raccontare la storia di un territorio, dei suoi artigiani, del legno e delle botteghe. Abbiamo condiviso il ricordo con chi quella storia l’ha scritta, immaginando nuove prospettive per il design e l'artigianato. Comunità, racconto, nuove prospettive, ma anche musica, arte e performance sono le parole chiave per un progetto che dal successo del 2015 si connota sempre più in maniera multiforme.

PLAY IN

PLAY IN è un progetto di ricerca nel campo delle arti sonore volto alla produzione di opere sperimentali di sound art e alla creazione partecipata di un archivio di suoni identitari di Saluzzo, città che fa della musica una delle proprie vocazioni. È stato finanziato dalla Compagnia di San Paolo che, attraverso il bando Ora!, ha voluto premiare i 20 progetti più innovativi tra le 250 candidature arrivate da tutta Italia.

Oltre al Comune di Saluzzo, sono partner del progetto la scuola di Alto Perfezionamento Musicale, l’Istituto Soleri Bertoni e il C-lab, l’IGAV di Torino, che da anni organizza mostre presso la Castiglia, il collettivo di artisti di Bruxelles Overtoon e l’associazione Onyx Jazz Club di Matera.

Il partenariato con Onyx Jazz Club farà sì che l’opera e il laboratorio siano presentati a Matera in qualità di introduzione a “La città silente”, progetto d’arte sonora incluso nel programma di Matera 2019.

Art.ur e Origami vincono il bando Funder35

Funder 35 è uno dei più ambiti bandi di finanziamento e accompagnamento per imprese culturali giovanili, al quale contribuiscono le più grandi fondazioni bancarie nazionali e a cui hanno partecipato 170 proposte da tutta Italia.

La proposta di Art.ur e Origami è stata ritenuta di eccellente qualità e importanza, al punto da classificarsi ai primi posti in Italia.

Con il progetto Art.zone, le due associazioni intendono unire le loro esperienze e competenze per ampliare l’offerta di progetti culturali e mettere in campo nuovi modelli operativi per sostenere da un lato la produzione artistica e dall’altro la trasformazione di idee in eventi e processi culturali reali e condivisi.

LocalArt, sostegno ai giovani artisti locali:

il concorso nato dalla collaborazione con Fondazione CRC, ha come obiettivo il supporto dei giovani artisti nati, residenti o operanti nella provincia di Cuneo.
Da un format inserito nell’esposizione ZOOart si è ora passati ad una formula nello spazio urbano in cui i giovani artisti sono stimolati a creare un percorso espositivo nello spazio pubblico delle città di Alba e di Mondovì.
Gli artisti vincitori, supportati nel loro lavoro e nella loro ricerca da tutor e da curatori di fama vengono promossi ogni anno nella vetrina della fiera internazionale Artissima a Torino.

www.zooart.it
Market zone, laboratorio transfrontaliero sul tema del mercato

progetto europeo che si è sviluppato nel 2013 e nel 2014, tra la città di Cuneo e la città di Nizza, con l’associazione Del’Art.
Ha dato vita, attraverso ad un’approfondita ricerca multidisciplinare, realizzata da 19 artisti, architetti, designer e graphic designer, selezionati tra la Francia e l’Italia, ad una nuova visione del mercato di piazza Seminario a Cuneo e di quello de la Liberàtion a Nizza.
Le opere, create in seguito ad un laboratorio animato da tutor d'eccellenza, sono stati esposti nei 2 mercati nell’autunno 2014.
Il lavoro degli artisti ha coinvolto in un processo di co-creazione gli ambulanti, i produttori del mercato e la gente che vive quel luogo così specifico ed identitario.

www.market-zone.eu

Biennale di Venezia, Padiglione Italia alla Castiglia di Saluzzo:

per la Biennale di Venezia del 2011, dentro l’ex carcere della Castiglia, si è concretizzato un percorso artistico articolato su tre interventi di promettenti giovani artsiti, Aurorameccanica, Roberto Fassone e Irene Pittatore. Il tema del limite è stato sondato con delicatezza e pluralità dagli artisti, con grande coinvolgimento del pubblico.

CONTATTI

Associazione Art.ur

sede legale:
via Antica di Saluzzo, 35
12100 Cuneo

sede operativa:
piazza Galimberti, 12
12100 Cuneo

+39.339.690.89.97

Please publish modules in offcanvas position.